>Musicisti - Camera Musicale Romana

Vai ai contenuti

Menu principale:

>Musicisti

Prossimi eventi
Tiziana Guaglianone, soprano
Ha intrapreso giovanissima lo studio del Pianoforte e poi del Canto dedicandosi con particolare cura alla ricerca e allo studio di musiche del’700 di scuola napoletana.
Di questo periodo è una rara pagina di Leonardo Leo, un Salve Regina ritrovato presso il Conservatorio S. Pietro a Majella di Napoli, che ha eseguito incidendo un cd con l’orchestra del Conservatorio di Kosice (Rep. Slovacca).
Ha vinto diversi concorsi di canto nazionali e internazionali.
Ha partecipato a corsi di perfezionamento tenuti da docenti quali: Mietta Sighele, Veriano Luchetti, Rolando Panerai, Maurizio Arena e, ultimamente, con Mariella Devia.
Nel 2001 ha ricoperto il ruolo di Rosina nel Barbiere di Siviglia di G. Rossini al teatro di Presov (Rep. Slovacca) e, sempre per lo stesso teatro, nel 2002 è Lucia nella Lucia di Lammermoor di G. Donizetti e Gilda nel Rigoletto di G. Verdi.
A ottobre 2004 è Lauretta ne “Il Maestro di Musica” di G. B. Pergolesi sotto la direzione del M°Volpe col quale eseguirà anche “ Il divertimento dei Numi” di G. Paisiello e “Le quattro stagioni” di D. Scarlatti.
Nel 2009, accompagnata dalla Nuova Orchestra Regionale “D. Alaleona” e diretta dal M° Lamberto Lugli, ha eseguito arie tratte da opere del’700 musicale Marchigiano a Pievebovigliana (MC). Nello stesso anno presso il Teatro Filippo Marchetti di Camerino prende parte alla prima esecuzione integrale in epoca moderna dell’azione tragica “Piramo e
Tisbe”di Venanzio Rauzzini nel ruolo della protagonista.
A dicembre 2009 si esibisce in un concerto organizzato dall’Istituto Italiano di cultura e dalla Ambasciata d’Italia in Marocco al Teatro Mohammed V di Rabat eseguendo arie d’opera di Rossini, Donizetti e Puccini.
A Giugno 2010 è Rosina in una selezione de “ Il Barbiere di Siviglia” di G. Rossini nei Teatri di Damasco, Lattakia e Aleppo (Siria).
Ad Aprile 2012 ha eseguito i Carmina Burana di C. Orff per soli, coro e due pianoforti presso l’Auditorium San Domenico di Foligno.
A Marzo 2013, in occasione della Santa Pasqua ha eseguito in prima assoluta la "Passio " per voce recitante, soli e orchestra del M. Pierpaolo Cascioli presso l'Accademia Filarmonica Romana
Nel 2014 esegue lo Stabat Mater di Luigi Boccherini con l'ensemble "Canto di Eea" per la Camera Musicale Romana e nello stesso anno, accompagnata a pianoforte dal M°  Marco Scolastra e con la partecipazione straordinaria come voce recitante del M. Elio Pandolfi ha
Eseguito Lieder di Schubert sempre per la stessa Associazione.
Nel Marzo del 2015 si esibisce in un concerto operistico presso il Teatro Elsa Morante di Roma organizzato dall'Associazione Concertistica Romana, eseguendo arie di Bellini, Donizetti e Verdi. Nello stesso mese, per la Camera musicale Romana, tiene un concerto eseguendo repertorio cameristico dell'800 italiano ( Bellini, Donizetti e Rossini)
E’ del 2016 una serie di concerti a Bangkok con l’Orchestra Sinfonica Nazionale.
Da Gennaio 2018 ha biniziato una intensa collaborazione artistica con la scuola di nmusica Potocara di Cadca(Rep. Slovacca) per la quale ha tenuto concerti presso la locale casa della Cultura




Paola Cacciatori, mezzosoprano
Dopo gli studi classici e la laurea in Scienze Naturali (Università “La Sapienza”, Roma) Paola Cacciatori, mezzosoprano italo francese, ha intrapreso lo studio del canto sotto la guida del M° David  L. Jones, partecipando, successivamente, anche a masterclass con Paolo Coni, Giuseppe Taddei, Helga M. Molinari. Da settembre 2012 si perfeziona sotto guida del tenore Rockwell Blake grazie al quale  si è specializzata nel repertorio belcantistico puro (Rossini, Donizetti, Bellini, Mozart ecc.). E’ risultata vincitrice e finalista in molti concorsi tra i quali spiccano il Concorso Lirico Internazionale “Città di Bologna”, il Concorso Lirico Internazionale “Benvenuto Franci” (settembre 2008), Concorso Cantofestival al Teatro “La Fenice” di Amandola (AP, 2008). Intensa l’attività concertistica su scala internazionale (tra cui Galà Italiano a Beirut, Rabat, Istanbul e Bursa, Damasco, Ha Noi, Bangkok, Saragozza - nell’ambito dell’Expo08 Internazionale- concerti a Copenhagen e Helsinki – a fianco del basso Mika Kares per commemorare Beniamino Gigli) e nazionale (Potenza, Sala Rotonda a Senigallia, “Petite Messe Solennelle” di G. Rossini a Roma, concerto per Giacinto Prandelli a Brescia, concerti belcantistici tra Roma – Auditorium Elsa Morante, Museo Napoleonico, sala Santissimi XII Apostoli – Milano – Teatro Rosetum, Teatro Nuovo, selezione di Cavalleria Rusticana di P. Mascagni a fianco di colleghi quali Giovanna Casolla e Piero Giuliacci al Teatro Dal Verme - e circuito dei teatri toscani con il Terzetto Printemps).
Tra le produzioni operistiche ricordiamo al Teatro Stabile di Potenza la prima assoluta dell’opera “Il Castello. L’onore dei Morra” composta e diretta dal M° Nicola Samale, con Paola nel ruolo della Baronessa Madre (marzo 2006); Rigoletto (novembre 2006) nel ruolo di Maddalena per la regia di Enrico Stinchelli a Roma, in occasione del novantesimo compleanno del baritono Giuseppe Taddei; Carmen nella versione italiana della “Tragédie de Carmen” di Peter Brook, con la regia di Franco Ripa di Meana e la direzione del M° Nicoletta Conti, nei giardini dell’Accademia Filarmonica Romana (Roma, luglio 2007) con repliche al  Teatro Persiani di Recanati in occasione della commemorazione del tenore Beniamino Gigli  (ottobre, 2007); Rigoletto (Maddalena) e Traviata (Flora) al Festival dei Presidi di Orbetello, con la regia di Enrico Stinchelli e la direzione di Stefano Seghedoni, e in collaborazione con il Teatro dell’Opera di Roma (agosto 2007); Il Flauto Magico di W. A. Mozart  nel ruolo della Zweite Dame all’ Auditorium di Via della Conciliazione a Roma, sotto la direzione del M° Francesco La Vecchia (giugno 2008); Gianni Schicchi di G. Puccini nel ruolo di Zita, diretta dal M° Enrico Stinchelli a Roma (giugno 2009); Ariodante di G. F. Haendel nel ruolo di Ariodante, in una produzione dell'Accademia Reale dell'Opera danese  al Teatro Reale dell'Opera di Copenhagen (maggio 2010); Il Barbiere di Siviglia di G. Rossini a Milano, a Parma e a Modena nel ruolo di Rosina (febbraio e luglio 2014, dicembre 2015 ) L’Amico Fritz di P. Mascagni nel ruolo di Beppe lo zingaro (agosto 2014); ha fatto il suo debutto come Angelina ne La Cenerentola di G. Rossini (gennaio e settembre 2015). Sempre intensa l’attività concertistica in Italia e all’estero, si è recentemente esibita prestigiosi concerti belcantistici al Teatro Nuovo di Milano, nella Sala Impero di Villa D’Este a Cernobbio (Lago di Como) nel contesto della rassegna Musicfestival in collaborazione con L’Associazione Vincenzo Bellini.
Tra gli impegni sostenuti nel 2016 ricordiamo Il Barbiere di Siviglia (a Roma e Sinalunga, Marzo 2016), La Cenerentola (luglio 2016), concerti belcantistici al Teatro Nuovo di Milano (Ottobre  2016) e a Bangkok (Thailandia, Maggio 2016).  Il 2017 ha visto Paola nuovamente come Rosina in una rassegna operistica piemontese (Carignano -To- il 13/05/17 e Carmagnola- To- il 23-/06/17) nel corso della quale ha debuttato ne L’italiana in Algeri come Isabella (Luglio 2017). Impegnata anche sul fronte dell’opera contemporanea con il NEW MADE ENSEMBLE, con cui ha già presentato King Kong Amore mio, di Fabrizio DE Rossi Re, La Cortina di Gala di Luca Mosca, presentata al Teatro Dal Verme di Milano (8/6/2017),  Vieni qui Carla di Gino Negri al Teatro dei Filodrammatici di Milano (5/7/2017), e infine Abisso Mediterraneo di Rossella Spinosa (25/07/2017) sempre a Milano. Il 26 novembre 2017 al Teatro Argentina di Roma, Paola ha interpretato Musica Senza Cuore di Fabrizio De Rossi Re con la partecipazione di David Riondino.
Impegnata ancora in Abisso Mediterraneo di Rossella Spinosa, si è esibita in una replica dell’opera il 15 febbraio 2018 al Teatro Masini di Faenza.
Tra i prossimi impegni Paola conta una produzione de ‘Il barbiere di Siviglia’ al Teatro dell’Opera di Ha Noi (Vietnam) per l’Ambasciata Italiana dedicata ai 150 anni dalla morte di G. Rossini, un’altra produzione della stessa opera in Agosto al Grand Theatre de S. Vincent, sarà nuovamente Isabella ne L’italiana in Algeri a luglio, quindi concerti belcantistici a Rapallo, Parma e Magnificat di Martin Palmeri a settembre per il Festival di Musica sacra a Bogotà.

Allan Rizzetti, barirono
Dopo avere conseguito il diploma in pianoforte, si dedica allo studio del canto con il baritono greco Costantino Ego e successivamente all’Accademia del Teatro alla Scala sotto la guida del famoso soprano Leyla Gencer.
Ha partecipato a numerose Masterclass di perfezionamento con grandi artisti quali Franco Corelli, Teresa Berganza, Virginia Zeani e di perfezionamento musicale con Robert Kettelson. Studia attualmente a Milano con il tenore Vincenzo Antonio Manno.
Ha frequentato la Civica Scuola di Arte Drammatica “Paolo Grassi” a Milano.  
Ha debuttato nella corda di tenore (ruolo del Messaggero nell’opera AIDA) a Verona e a Messina al fianco di Maria Chiara e Fiorenza Cossotto, e immediatamente è stato invitato in una tournée di concerti in Sud America dal mezzosoprano Fiorenza Cossotto, con registrazione di un cd dal vivo.
Il debutto nella corda di baritono è avvenuto nel ruolo di Moralès  nell’opera CARMEN e da allora è stato invitato in numerosi teatri a ricoprire ruoli da baritono. Grazie alla sua estensione vocale, si trova a proprio agio sia nel repertorio romantico sia nel verismo, sia nel repertorio rossiniano. Ha ricevuto numerosi elogi per la presenza scenica e doti attoriali.
Alcune delle opere già debuttate : Carmen, Cavalleria Rusticana, Giulio Cesare, Orlando, Favorita, Elisir d'amore, Don Pasquale, Incoronazione di Poppea, Fedora, Pagliacci, Bohème, Turandot, Gianni Schicchi, Madama Butterfly, Barbiere di Siviglia, Amico Fritz, Cenerentola, Cambiale di matrimonio, Adriana Lecouvreur.
Ha lavorato sotto la direzione dei maestri Nello Santi, Reynald Giovaninetti, Tadeusz Kozlowzky, Anton Guadagno, Alfredo Silipigni,  al fianco di famosi colleghi quali Giuseppe Di Stefano, Francesco Ellero D'Artegna, Carlo Zardo, Fiorenza Cossotto, Maria Chiara, Piero Giuliacci e Giovanna Casolla.
Ha cantato a Milano, Verona, Roma, Firenze, Palermo, Catania, Messina, Rio de Janeiro, Sao Paulo, Madrid, Graz, Marsiglia, Koblenz, Istanbul, Bangkok, e altre.
Ha recentemente ottenuto grande successo personale sostituendo il baritono Armando Ariostini nell’opera “Pubblicità ninfa gentile” del maestro Gino Negri e interpretando il ruolo di Alfio in una serata di Gala al Teatro Dal Verme di Milano al fianco di Giovanna Casolla e Piero Giuliacci, cui ha fatto seguito la pubblicazione di un cd live in edizione limitata per la Banca Popolare di Milano.
Ha in repertorio numerose composizione sacre di Perosi (La Passione di Cristo secondo San Marco, Il Natale del Redentore, La Risurrezione di Cristo), Mascagni (Messa di Gloria in fa maggiore), Puccini (Messa di Gloria) e Charpentier, del quale ha interpretato in un centinaio di esecuzioni il Te Deum.
Prossimi impegni : Semiramide di Rossini (Assur) al fianco del soprano Denia Mazzola Gavazzeni, Barbiere di Siviglia (Figaro), Elisir d’amore (Belcore), La cambiale di Matrimonio (Slook), alcuni Gala in Oriente (Bangkok a maggio e dicembre) e alcune recite di Turandot in Corea (ruolo del Mandarino) al fianco di Giovanna Casolla.
 Per la casa discografica Bongiovanni di Bologna sta incidendo le prime esecuzioni mondiali delle opere Vanna del compositore verista Lamberto Pavanelli e dell’opera Nora di Gaetano Luporini.
Marco Scolastra, pianista
Ha compiuto gli studi musicali presso il Conservatorio “F. Morlacchi” di Perugia diplomandosi con il massimo dei voti e la lode sotto la guida di Franco Fabiani. Ha studiato successivamente per alcuni anni con Aldo Ciccolini ed Ennio Pastorino ed ha frequentato corsi di perfezionamento con Lya De Barberiis, Paul Badura-Skoda, Dario De Rosa e - presso l’Accademia Chigiana di Siena - con Joaquin Achucarro e Katia Labèque.
   Come solista, in formazioni cameristiche e con orchestra si è esibito per importanti istituzioni musicali italiane e straniere: Teatro Valli di Reggio Emilia, Sagra Musicale Umbra, Teatro Lirico di Cagliari, Accademia Filarmonica Romana, Oratorio del Gonfalone, Auditorium Parco della Musica e Teatro dell’Opera di Roma, Teatro Regio di Parma, Auditorium dell’Orchestra “G. Verdi” di Milano, Teatro Comunale di Bologna, Festival dei Due Mondi di Spoleto, MusicaRivaFestival, Ravello Festival, Teatro La Fenice di Venezia, “I concerti del Quirinale” in diretta Rai Radio3, Festival di Noto, Teatro di San Carlo di Napoli.
   All’estero ha suonato al Conservatorio “P. I. Cajkovskij” di Mosca, Tonhalle e ZKO-Haus di Zurigo, Konzerthaus di Berna, Istituto “F. Chopin” e Collegium Nobilium di Varsavia, Orchestre National du Capitole di Tolosa, Festival van Vlaanderen in Belgio. Altri concerti in Giappone, Emirati Arabi, Messico, Gran Bretagna, Germania.
   Come solista ha suonato sotto la guida di importanti direttori d’orchestra quali Romano Gandolfi (Orchestra Sinfonica “G. Verdi” di Milano), Howard Griffits (Orchestra da Camera di Zurigo), Richard Hickox, Claudio Scimone (I Solisti Veneti), Lior Shambadal (Berliner Symphoniker), Andrew Constantine (Nordwestdeutsche Philharmonie).
   Dal 1993 suona stabilmente in duo pianistico con Sebastiano Brusco e dal 2000 svolge intensa attività concertistica con l’attore Elio Pandolfi.
   Ha collaborato con grandi nomi della musica e del teatro quali Vadim Brodski, Renato Bruson, Max René Cosotti, Roberto Fabbriciani, Arnoldo Foà, Fejes Quartet, Corrado Giuffredi, Raina Kabaivanska, Daniela Mazzucato, Quartetto d’Archi del Teatro di San Carlo, Marianna Pizzolato, Jerzy Radziwilowicz, Desirée Rancatore, Ugo Pagliai.
   Ha registrato per Phoenix Classics, Stradivarius e - per l’etichetta Brilliant Classics - l’integrale dei Lieder di Richard Wagner con il soprano Michela Sburlati.
   Sue esecuzioni e registrazioni sono state trasmesse da emittenti nazionali (Rai Radio1, Rai2, Rai Radio3, Rai International, Filodiffusione Canale5) e estere.
   Ha partecipato a varie puntate del programma Inventare il tempo di Sandro Cappelletto, con la regia di Angelo Bozzolini, in onda su Rai5.

Luigi Picardi
Nato a Roma nel 1970, intraprende lo studio della chitarra all’età di 15 anni e si diploma brillantemente presso il Conservatorio ‘Santa Cecilia di Roma’ sotto la guida del M° Carlo Carfagna.
Successivamente prende parte a numerosi seminari e corsi di perfezionamento in Italia e Spagna, con maestri di fama internazionale come Roberto Masala, Armando Marrosu, Alirio Diaz, Josè Tomàs, David Tanenbaum, David Russell, David Starobin, Lamberto Cardellini e Carlos Bonell; ha seguito corsi di musica antica e barocca tenuti da Rosario Cicero e Mario D’Agosto. Viene inoltre premiato in vari concorsi nazionali ed internazionali.
Si è esibito in veste di solista e in ensemble cameristici (Duo di chitarre; Duo flauto e chitarra con Claudia Mejia, Duo violino e chitarra con Paolo Perrone; Cluster Ensemble diretto da Marco Angius) per numerose associazioni musicali italiane.
Ha collaborato attivamente anche con l’Istituto Bibliografico Musicale diretto dal noto musicologo Giancarlo Rostirolla presso la Bibilioteca Nazionale Centrale di Roma.
Nel 2007 consegue la Laurea Magistrale in Lettere indirizzo Storia della Musica presso l’Università LA SAPIENZA di Roma.
Dal 1999 fa parte dello staff dei Programmi Musicali della Radio Vaticana, dove cura il palinsesto notturno ‘Con voi nella Notte’ e conduce il programma domenicale ‘L’Arpeggio’. Svolge inoltre  ha lì funzione di assistente musicale presso la Sala Assunta dell’emittente pontificia, nonché per i diversi eventi che si svolgono presso la Santa Sede.
Parallellamente svolge l’attività di fonico e assistente musicale in collaborazione col Whiteroads Sudio di Roma di Rino D’Anna, con cui ha registrato il CD ‘Le Quattro Stagioni’ di Antonio Vivaldi, con Grazia Raimondi, violino solista e l’Ensemble ‘Musici Aurei’ diretto da Luigi Piovano, pubblicato dall’etichetta francese Eloquentia, recensito entusiasticamente dalla stampa internazionale, e ricevendo dal critico David Vernier su “Classics Today” il massimo del rating

Marcella Orsatti Talamanca, soprano
Dopo il diploma di pianoforte e gli studi di musicologia presso l'Università di Cremona, intraprende lo studio del canto vincendo nel 2001 il Primo Premio al Concorso Internazionale “Toti dal Monte” di Treviso e nel 2002 il Primo Premio al 56° Concorso della Comunità Europea per Giovani Cantanti Lirici di Spoleto.
Da questo momento in poi canta in tutti i principali Teatri italiani e tedeschi, specializzandosi in ruoli mozartiani (Contessa, Donna Elvira, Donna Anna, Elettra, Fiordiligi, Vitellia). Interpreta inoltre ruoli barocchi, come quello di Licida (L'Olimpiade di Pergolesi) eseguito a Ravenna e Reggio Emilia sotto la direzione di Ottavio Dantone; ruoli verdiani come quello di Violetta (La Traviata a Spoleto) o di Alice (Falstaff, a Bologna sotto la direzione di James Conlon e a Torino, con Gianandrea Noseda); romantici come quelli di Contessa Ludmilla (Le Congiurate di F. Schubert) o di Lisbeth (Die Heimkehr aus dem Fremde) di Mendelssohn, diretta da Gérard Korsten e con la regia di Denis Krief. Nel ruolo di Elettra in Idomeneo di Mozart, in particolare, riscuote grande successo nel Circuito Teatrale Lombardo e poi presso il Grand Théâtre di Ginevra sotto la direzione di Michael Gielen e con la regia di Ursel e Karl-Ernst Hermann. Nel ruolo di Fiordiligi, invece, debutta prima alla Staatsoper di Amburgo, diretta da Simone Young, poi al Grand Théatre di Ginevra.
Nel gennaio 2006 interpreta con grande successo personale il ruolo della Contessa mozartiana al Teatro alla Scala di Milano sotto la direzione di Gérard Korsten: la recita, ripresa in diretta radiofonica nazionale, è poi trasmessa dalla Rai.
Del repertorio non teatrale interpreta pagine importanti come la Messa in do minore di Mozart presso l’Aalto-Theater di Essen con la direzione di Stefan Soltesz, o brani meno conosciuti come Il Diluvio Universale di M. Falvetti (prima esecuzione italiana), la Missa Solemnis pro pace di A. Casella con l’Orchestra Sinfonica ‘Toscanini’ sotto la direzione di Alessandro d’Agostini, o le Laudi di San Francesco di H. Suter con l’Orchestra Nazionale della RAI. Si dedica inoltre con passione alla musica da camera affrontando autori che spaziano dal periodo barocco a quello contemporaneo (ultimo in ordine di tempo, un concerto di arie inedite di Luciano Bettarini), collaborando con pianisti quali Antonio Ballista o Giulio Zappa.

Alessandro d’Agostini
Direttore d’orchestra e Pianista
Iniziati gli studi musicali all’età di cinque anni, si diploma in pianoforte, direzione d'orchestra e musica elettronica. Per la direzione d'orchestra è stato allievo di Piero Bellugi e Massimo de Bernart.
Nel 2002 esordisce con il Guglielmo Tell di Rossini, nei Teatri del Circuito Lombardo e al Teatro Comunale di Bologna.
Del 2003 è il debutto con l’Orchestra Sinfonica della Fondazione “A. Toscanini”, con la ripresa moderna di Lo matremmonio annascuso (1727) di Leonardo Leo, su propria revisione critica.
Nel 2006, sempre alla guida dell’Orchestra “Toscanini”, dirige il Falstaff al Teatro Verdi di Busseto e L’Arlesiana di Francesco Cilea a Bologna e a Mantova, con grande successo personale.
Alessandro D’Agostini può vantare un vastissimo repertorio di titoli debuttati comprendente opere antiche come pure lavori del ‘900, incluse alcune prime esecuzioni e assolute rarità come la Missa Solemnis pro pace di Alfredo Casella (2005, Castello di Vigoleno e SassuoloMusicaFestival).
Nel 2008 debutta al Teatro Comunale di Bologna con L’Olimpiade di Leonardo Leo, su sua revisione critica, e la chiusura di stagione del Teatro dell’Opera di Roma, a Caracalla, con il balletto Giselle su coreografia di Carla Fracci, occasioni salutate da critiche lusinghiere. Nel 2010 debutta inoltre alla testa dell’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino nel Barbiere di Siviglia rossiniano.
Dal 2011 al 2015 è Direttore Principale Ospite del Teatro Nazionale dell’Opera della Repubblica di Macedonia, dove ha diretto importanti produzioni di Turandot (con Irina Gordei e Rudy Park), di Aida (con Vladimir Galouzine), Tosca, Lucia di Lammermoor, Don Giovanni, Il Barbiere di Siviglia e Attila.
Negli ultimi anni, Alessandro d’Agostini è tornato regolarmente sul podio dei principali Teatri italiani dirigendovi importanti produzioni operistiche (si ricordano i titoli diretti al Maggio Musicale Fiorentino: Fra’ Diavolo, L’Elisir d’amore, La Cenerentola; al Teatro Lirico di Cagliari: L’Elisir d’amore, Tosca; al Teatro Regio di Parma: L’occasione fa il ladro di Rossini…) e concerti sinfonici. Altrettanto importante è la sua attività all’estero: si ricorda il debutto sul podio della Orquesta Sinfonica di Tenerife con Die Zauberflöte di Mozart (2012), l’intensa attività svolta con alcune delle principali orchestre russe, come la State Symphony Orchestra “Novaya Rossiya” di Mosca o la Academic Philharmonia “Shostakovich” di San Pietroburgo.

Il Gioco delle Parti, ensemble vocale
L’Ensemble vocale ‘Il Gioco delle Parti’ è un gruppo attivo ormai da una decina d’anni, i cui membri hanno condiviso però già l’importante percorso formativo e vocale costituito dall’Ensemble vocale “Il Diletto”, dal quale quasi tutti provengono e dove hanno lavorato sempre sotto la direzione di Alessandro d’Agostini: in quella formazione hanno approfondito prevalentemente un repertorio vocale che spaziava dal ‘400 e ‘500 fiammingo, spagnolo ed italiano al primo Barocco tedesco, affrontando tuttavia anche un parallelo lavoro sui repertori sacri della tradizione slava ed armena. Con questi programmi il gruppo si è esibito in importanti occasioni concertistiche: ricordiamo la partecipazione, salutata da grande successo, al Festival ‘Voci del Sacro’, svoltosi in Umbria, con un concerto intitolato “Vox Ecumenica” e dedicato a musiche provenienti da differenti tradizioni del Cristianesimo.
La nuova formazione “Il Gioco delle Parti”, pur mantenendosi volutamente eclettica nella scelta del repertorio, si caratterizza però per una spiccata propensione rivolta alla musica del Novecento. La scelta stessa del nome (dalla omonima commedia teatrale di Pirandello) vuole sottolineare questa particolarità, accanto ad una ricerca di interazioni musicali, di fusione vocale, ma anche del semplice piacere di cantare insieme in una dimensione quasi ludica, caratteristiche che contraddistinguono il lavoro di questo Ensemble. Al suo attivo questo ensemble vocale ha una nutrita serie di concerti: ricordiamo quelli effettuati nella Basilica di Santa Cecilia in Trastevere, nella Chiesa di San Giorgio al Velabro e in quella di Santa Maria a Monti, a Roma, sempre caratterizzati da lusinghiere accoglienze da parte del pubblico e della stampa, nonché la lunga serie di concerti effettuati nella Sala dell’Immacolata per la Stagione Concertistica della “Camera Musicale Romana”.
Attualmente, la formazione è composta da 16 coristi, tutti con differenti ma profonde esperienze musicali al proprio attivo: alcuni di essi sono anche strumentisti e solisti che a volte si esibiscono anche in questi ruoli col gruppo stesso.
Soprani: Corinna Bottiglieri, Cristiana Conti, Roberta Fraschetti, Beatrice Leonetti, Costanza Menzinger; Contralti: Silvia Barton, Manuela Garroni, Silvia Milana, Paola Trombetti, Roberta Venturi; Tenori: Marco Alò, Riccardo Celentani, Fabrizio Giovannetti; Bassi: Giovanni Marucci, Marco Raineri, Luciano Poggi


Trio Musikanten
Musica ed amicizia, sono queste altissime espressioni dell’animo umano, alla base della nascita del trio Musikanten.  La formazione infatti,  nasce a marzo del 2012 dalla volontà di tre musicisti, provenienti da esperienze musicali diverse, ma uniti dalla stessa voglia di fare musica e come già accennato, da una amicizia più che ventennale.
Tutti e tre i componenti sono docenti nelle Scuole Secondarie di primo grado ad indirizzo musicale della provincia di Salerno. Sia il Mst. Raffaello Galibardi (violino) che il Mst. Roberto Vecchio (Violoncello) hanno alle spalle una lunga carriera concertistica, in Italia e all’estero, sia di tipo solistico che come membri di prestigiose formazioni orchestrali, con le quali hanno anche partecipato a numerose incisioni discografiche. Il Mst. Guido Carpentiere invece ha all’attivo come solista, numerosi concerti in ambito nazionale, alternati ad un’ intensa attività come maestro accompagnatore, e a collaborazioni con importanti gruppi di musica da camera e orchestrali. Parallelamente agli studi musicali, il Mst. Roberto Vecchio ha conseguito, con il massimo dei voti, la laurea in Pedagogia presso  l’Università degli studi di Salerno, mentre il Mst. Guido Carpentiere ha conseguito, con brillanti risultati, la laurea in Lettere ad indirizzo Musicologico presso il D.A.M.S. (Dipartimento Arte Musica e Spettacolo) dell’Università di Bologna. Il Mst. Raffaello Galibardi, oltre all’attività didattica e del trio,  è impegnato come direttore d’orchestra e preparatore di gruppi musicali giovanili (Orchestra Musikanten, Orchestra dei Mozartini) . Nei cinque anni di attività artistica trascorsi dalla costituzione del trio, la formazione ha già raccolto ampi consensi di pubblico e di critica. Già dal 2013 il Trio Musikanten è regolarmente presente nei cartelloni di importanti rassegne musicali realizzate da rinomate Associazioni Culturali tra cui la Ravello Concert Society, la Associazione Roma3 Orchestra, la Associazione “Antonio Vivaldi” la Associazione “Napolinova” oltre ad aver collaborato in più occasioni con L’Ept di Salerno esibendosi in location di rilevanza nazionale come i suggestivi Templi di Paestum, il Castello Arechi di Salerno, il Castello Angioino-Aragonese  e il Cineteatro “E. De Filippo”di Agropoli, il Teatro Comunale di Laurino. Di recente hanno eseguito il Trio Op. 90 “Dumky” di A. Dvorak e il Trio op.49 n. 1 di Mendelssohn al Castello Sforzesco di Milano nell’ambito delle manifestazioni organizzate per Expo 2015. Attualmente stanno approfondendo lo studio del loro repertorio sotto la guida dei Mst. Francois Joel Thiollier , del  Mst. Mauro Tortorelli ,del Mst Alexandra Gutu e nel marzo scorso hanno frequentato una Master Class di Musica Da Camera tenuta da Massimo Polidori, primo violoncello del Teatro Alla Scala.

Simona Altini

Si è diplomata in flauto al Conservatorio  “L. Cherubini” di Firenze con il massimo dei voti, sotto la guida della Prof.ssa M. Di Sabatino e ha conseguito il diploma biennale sperimentale in ottavino presso il Conservatorio “P. Morlacchi” di Perugia con il M° G. Contaldo.Ha conseguito il diploma accademico di II Livello in discipline Musicali presso il Conservatorio “L. Cherubini” di Firenze  sotto la guida del M° R. Pelli, laureandosi summa cum laude.
Si è perfezionata all’Accademia Musicale di Firenze con il M. Michele Marasco e ha seguito corsi e master – classes di illustri Maestri, E. Pahud, M. Larrieu, D. Formisano, Rien De Reede, Thies Roorda.
Ha frequentato l’Accademia di Perfezionamento Orchestrale  di Saluzzo in Collaborazione con l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai di Torino e  l’Accademia del Teatro alla Scala dove si è perfezionata in ottavino con il M° Simeoli.

Svolge intensa attività concertistica sia come solista che in varie formazioni cameristiche con i quali ha tenuto concerti nei più importanti teatri e sale da concerto in Italia e all’estero (quali ad esempio Teatro alla Scala, Arena di Verona, Lingotto di Torino, Musikverein  di Vienna….)
Ha partecipato a vari concorsi riscuotendo ampi consensi di giuria  e pubblico tra i quali, 6° Concorso “Città di Tortona” (Primo Premio ), Concorso “Riviera della Versilia” (secondo premio), 8° Concorso “Città di Acqui Terme” (Primo Premio assoluto).

Ha collaborato  con l’Orchestra Opera  Festival di Firenze, l’Orchestra Sinfonica del Friuli Venezia Giulia.,l’ Orchestra del Festival Puccini di Torre del Lago (LU),  l’Orchestra del Teatro alla Scala di Milano ,l’orchestra dell’Arena di Verona, l’Orchestra Haydn di Bolzano e Trento, l’Orchestra Sinfonica di Sanremo ,  l’Orchestra Sinfonica Siciliana, l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, Teatro San Carlo di Napoli, sotto la direzione di Illustri maestri come P. Bellugi,   K.L. Wilson, A. Callegari, S. Ranzani, A. Lombard, W. Marshall,J. Axelrod, R. Rizzi Brignoli, G. Kuhn …

Dal 2009 al 2011 ha insegnato presso L’ISSM “Toscanini” di Ribera (AG) .
Nel 2011 è risultata vincitrice del concorso per il ruolo di Ottavino  presso la Banda dell'Esercito

Vincenzo Isaia
Consegue, a pieni voti, i Diplomi di Magistero in Clarinetto (1997) e in Musica da Camera (2004) rispettivamente presso i Conservatori “V. Bellini” di Catania e “S. Cecilia” di Roma, sotto la guida dei maestri F. Lombardo, L. Cerroni e A. D’Amico nonché la laurea magistrale di II livello in “Discipline Musicali” presso il Conservatorio “G. Braga” di Teramo discutendo una tesi dal titolo “Fraulein Klarinette nella musica da camera di Johannes Brahms”. Ha inoltre seguito il corso triennale di Alto Perfezionamento presso l’Accademia “L. Perosi” di Biella sotto la guida del M° Thomas Friedli e, in duo con il pianista Francesco Del Fra (Duo Résonance), ha conseguito il Diploma di Alto Perfezionamento in Musica da Camera al Corso Speciale di Perfezionamento tenuto dal M° Bruno Canino presso la Scuola di Musica di Fiesole.
E’ stato vincitore di numerosi premi nelle sezioni “solista” e “musica da camera” in concorsi musicali nazionali e internazionali classificandosi sempre ai primi posti.
Ha seguito corsi di perfezionamento ed interpretazione in Italia e all’estero con clarinettisti e musicisti di chiara fama come A. Pay, F. Ferranti (“Arts Academy” - Roma), C. Palermo (“Accademia Italiana del Flauto” - Roma),  F. Meloni (Accademia “A. Rolla” - Pavia), K. Leister (“Amici della Musica” - Firenze), G. Garbarino (“4° Festival Nazionale del Clarinetto” - Agrigento), Enrico M. Baroni (“5° Festival Nazionale del Clarinetto” - Agrigento),    S. Micheletti (“Accademia Romana di Musica” - Roma). Primo clarinetto della “Ostia Chamber Orchestra”, coordinata dai solisti dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di S. Cecilia, è stato vincitore, nel 2000, di tutti i posti per clarinetto banditi dal Ministero della Difesa al “1° Concorso per orchestrali presso la Banda Musicale  dell’Esercito Italiano” dove, per più di un decennio, ha avuto modo di collaborare con il M° Fulvio Creux.
Componente del CLARINOPERA&NSEMBLE, orchestra di clarinetti coordinata dal M° Calogero Palermo direttore e solista, è attivo in varie formazioni cameristiche: DUO RÉSONANCE (clarinetto e pianoforte con Francesco Del Fra), Duo clarinetto e fisarmonica (con Massimiliano Pitocco), Quintetto a fiati FIGARO, Trio con violoncello e pianoforte (con Francesco Mariozzi e Francesco Del Fra), RÉSONANCE IN TRIO con Soprano e pianoforte (con Alessandra Càpici e Francesco Del Fra).
Fra le importanti istituzioni italiane ed estere che hanno ospitato Vincenzo Isaia si annoverano:
• Musikfrühling 2013 – Fünftes Internationales Kammermusikfestival, Böblinger;
• Aula Magna dell’Università “La Sapienza” di Roma;
• Università degli Studi “Roma Tre”;
• “Mirarte” – Auditorium Vallisa, Bari;
• “Museo Nazionale di Castel S. Angelo”, Roma;
• Università degli Studi della Tuscia, Viterbo;
• Stato Città del Vaticano.

Un sodalizio artistico e di continua ricerca musicale lega Vincenzo Isaia al compositore marchigiano Angelo Biancamano il quale ha scritto e dedicato “Résonance” (2013) per clarinetto e pianoforte all’omonimo duo e il brano “Al di là del Mare” (2015) per clarinetto e fisarmonica eseguito in prima assoluta con il M° Massimiliano Pitocco.
All'attività concertistica affianca quella didattica di clarinetto e musica da camera ed è regolarmente invitato, come membro di giuria, presso importanti concorsi di esecuzione musicale nonché come commissario esterno per gli esami di clarinetto presso i Conservatori di Musica di Stato.  
Recentemente ha, inoltre, partecipato al seminario "Tecnica di introduzione all'ascolto" tenuto  dal M° Rattalino, nel quale sono state approfondite tematiche sulla comunicazione con il pubblico nelle sale da concerto.  
Vincenzo Isaia è Endorser del marchio D’Addario-Bode ed è inserito nel sito ufficiale del prestigioso marchio Buffet-Crampon quale artista che si avvale di suonare un clarinetto modello RC Prestige.

Dal Settembre 2016 è Primo clarinetto solista della Banda Musicale dell’Esercito Italiano a Roma.
“Vincenzo è artista che decolla …! Ai prossimi «voli pindarici»!” (G. Garbarino - 2006).

Francesco Del Fra, pianista
si diploma in pianoforte a ventidue anni presso il Conservatorio             “L. Refice” di Frosinone a pieni voti sotto la guida della prof.ssa Grazia Barbanera. Nel 2000 fonda l’Ensemble Dodekachordon, di cui è tutt’ora direttore, con il quale tiene regolarmente concerti e spettacoli originali di musica sia sacra che profana, dal Medioevo al Novecento, lirica e sacra. Studia canto e recitazione con i maestri Silvia Scicolone, Nora Tabbush e Miriam Spera. Affascinato dalla musica da camera, nel 2005 consegue il relativo  diploma triennale presso il Conservatorio di S. Cecilia, sotto la guida dei maestri Luciano Cerroni e Aldo D’Amico. Insieme al clarinettista Vincenzo Isaia, fonda il “Duo Résonance”, vincendo premi in numerosi concorsi nazionali e internazionali. Nel 2009 consegue brillantemente il diploma di corso di perfezionamento tenuto dal M° Bruno Canino in Musica da Camera presso la Scuola di Musica di Fiesole, e da allora si esibisce regolarmente in festival e stagioni di Musica da Camera italiani, collaborando con compositori e artisti di fama internazionali, quali Angelo Biancamano, Alessandro Annunziata, Alessandra Capici, Francesco Mariozzi, Pierpaolo Iacopini Luca Sanzò. Cura le messe in scena di “Tosca” e “Madama Butterfly”, prodotte dall'Associazione culturale Dodekachordon, di cui è direttore artistico dal 2009. E’ ideatore di progetti innovativi e sperimentali come “Cavalleria metropolitana”, rielaborazione teatrale e musicale di “Cavalleria rusticana” di Verga-Mascagni, e di progetti divulgativi per le scuole. E’ dedicatario di musiche originali composte da autori viventi e si esibisce come pianista camerista in festival di Musica Contemporanea quale “Il cantiere internazionale delle arti” di Montepulciano. E’ regolarmente invitato a tenere concerti nell’ambito delle manifestazioni culturali dell’Estate Romana. Ha seguito master classes di Musica da Camera con Calogero Palermo, Karl Leister, Piero Rattalino. Collabora frequentemente con la Banda dell’Esercito Italiano come pianista aggiunto. E’ membro fondatore del Consorzio Liberi Musicisti, gruppo di lavoro che unisce interpreti e compositori con lo scopo di promuovere la musica contemporanea italiana.
Antonello Dorigo, controtenore
Si  specializza come controtenore laureandosi con lode in canto rinascimentale e barocco studiando con  Gemma Bertagnolli e poi con Furio Zanasi.
Si è esibito per il "Festival Pergolesi-Spontini" di Jesi e ancora per l’ente “Luglio musicale Trapanese” e per il teatro “Massimo Bellini” di Catania, nel ruolo del titolo nell’opera ”Orlando” di G.F. Hӓndel e nei Carmina Burana di C. Orff.
Per la fondazione “G. Cini” di Venezia ha eseguito il ruolo di Egaro nel “Teuzzone” , lo Stabat Mater e alcune cantate di A. Vivaldi.
Ha collaborato e collabora  con varie istituzioni musicali romane quali l’ensemble “Festina Lente” e il Roma Festival Barocco, l’ensemble “seicento-novecento”, la cappella Ludovicea della basilica di Trinità dei Monti, l’ensemble “Athenaeum” dell’università Tor Vergata di Roma col quale ha registrato per la trasmissione “Diapason” di “Radio Vaticana”.
Ha inciso per la casa discografica  Tactus di Bologna la “ Messa de Morti a 5 concertata” di fra Bonaventura Rubino (1653) in prima esecuzione  mondiale e la “Missa in angustia pestilentiae” di B.Benevoli.
Collabora con l’ensemble “Concerto Iberico” col quale si è esibito in varie città del Portogallo in concerti sul barocco Italiano e Portoghese e col quale ha inciso il “Vespro della Beata Vergine” di J.L.Rebelo per l’etichetta MAAC.
Attualmente è maestro cantore presso il coro della cappella Sistina in Vaticano.
Ha inoltre collaborato alla realizzazione della colonna sonora della serie TV “I Medici” cantando nel singolo di Skin, “Renaissance”.

PAOLO PERRONE, violino
Si diploma con ottimi voti in Violino (1994) e Musica da Camera (1996) presso il Conservatorio S. Cecilia di Roma, si perfeziona in seguito in violino moderno e violino barocco con i maestri   C. Chiarappa (1999-2004) ed E. Onofri (2007-2011), rispettivamente presso il Conservatorio della Svizzera Italiana e il Conservatorio di Palermo.
Dopo una lunga esperienza quartettistica e una parentesi orchestrale (Orchestra di Roma e del Lazio, 2004), dal 2005 si dedica esclusivamente all'esecuzione storicamente informata del repertorio dei secoli XVII e XVIII. Ha al suo attivo una regolare attività con i maggiori ensemble di musica barocca in Europa, tra cui Il Giardino Armonico, Accademia Bizantina, Concerto Italiano, Concert des Nations, Divino Sospiro, Imaginarium, Concerto de' Cavalieri, Inseieme Strumentale di Roma, ed è primo violino solista di Concerto Romano, con i quali si è esibito nelle più importanti sale da concerto e festival di musica antica in Italia (tra i più importanti Accademia di S. Cecilia, Teatro Regio di Torino, MiTo, Perugia Musica Classica), Inghilterra (Lufthansa Festival), Francia (Salle Pleyel, Festival di Ambronay, Festival di Beaune), Germania (Händel-Festspiele Halle, Musikfest Bremen), Austria (Musikverein e Konzerthaus di Vienna), Belgio (Concertgebouw di Amsterdam), Portogallo (Centro Cultural de Belém, Fondação Gulbenkian), Spagna (Auditorio Nacional de Madrid), Polonia, Corea del Sud, Bulgaria, Colombia, Malta, Ucraina, Messico, ecc.
Ha registrato numerosi dischi e registrazioni con Naïve Records, Deutsche Harmonia Mundi, Sony Music, CPO, Fuga Libera, Brillant Classics, Radio della Svizzera Italiana (RSI), Radio Vaticana, Stradivarius, Rai International, Sky, Mezzo, Radio France.
Ha registrato la prima assoluta delle Sonate di Domenico Scarlatti per violino e basso continuo, pubblicata da Brilliant Classics.
Ha fondato l'ensemble “Il Sogno Barocco”, del quale è primo violino e direttore, e con cui ha debuttato presso la Filarmonica di Kiev. Con tale compagine è impegnato nella riscoperta e nella valorizzazione di musiche inedite del repertorio barocco dei secoli XVII e XVIII.
Ha tenuto master class presso il Conservatorio L. Refice di Frosinone e il Conservatorio E. R. Duni di Matera. E' stato invitato come tutor presso l’Accademia Musicale dell’Annunciata.

GABRIELE POLITI, violino
Gabriele Politi nato a Palermo, è laureato col massimo dei voti in lettere moderne con tesi in storia della musica.
Dopo essersi diplomato in violino, si è perfezionato con D. Bogdanovic e ha seguito stages tenuti da, R. Koelman, F. Manara E. Melkus, F. Cusano, M. Quarta e C. Romano.
Ha fatto parte
dell’Orchestra Giovanile Italiana (OGI), in cui, come concertino dei primi violini e spalla dei secondi, ha suonato in concerti diretti da P. Bellugi, L. Berio, D. Gatti, C. M. Giulini, E. Inbal, G. Sinopoli.
Dal 2000 al 2008 è stato componente stabile de “I Solisti Aquilani” con i quali ha suonato, anche in qualità di prima parte, in molti paesi in Europa ed Asia.
Interessatosi alla prassi del violino barocco ha studiato sotto la guida di   E. Onofri. Nell’ambito della musica antica collabora con ensemble specializzati quali:
”Academia Montis Regalis”, “Concerto Italiano”, “Accademia per Musica”, “Insieme Strumentale diRoma”, "Concerto de' Cavalieri" (ensembles questi, con i quali ha partecipato anche a registrazioni
discografiche), "Concerto Romano", "Musica Antiqua Latina" e "Divino Sospiro"

LAURA COROLLA, violino e viola
ha compiuto gli studi al conservatorio G. Verdi di Milano sotto la guida di O. Scilla diplomandosi brillantemente nel 1995. Molto presto scopre e intraprende lo studio del repertorio barocco e classico su strumenti originali con E. Gatti e G. Mangiocavallo. Ancora giovanissima vince la selezione per l’EUBO (Orchestra Barocca dell'Unione Europea) ed, in seguito a questa esperienza, decide di continuare ad approfondire lo studio di questo repertorio perfezionandosi alla Schola Cantorum Basiliensis con C. Banchini. Da allora collabora regolarmente in qualità di violinista e violista con ensembles fra i più prestigiosi in Europa: Accademia Bizantina (Ottavio Dantone), Accademia Montis Regalis, Concerto Italiano (Rinaldo Alessandrini), Il Complesso Barocco (Alan Curtis), Ensemble Baroque de Nice (Gilbert Bezzina), Ensemble Matheus (Jean-Christophe Spinosi), Europa Galante (Fabio Biondi) , Laura Corolla (violino e viola) ha compiuto gli studi al conservatorio G. Verdi di Milano sotto la guida di O. Scilla diplomandosi brillantemente nel 1995. Molto presto intraprende lo studio del repertorio barocco e classico su strumenti originali con E. Gatti e G. Mangiocavallo. Ancora giovanissima vince la selezione per l’EUBO (Orchestra Barocca dell'Unione Europea) ed, in seguito a questa esperienza, decide di continuare ad approfondire lo studio del repertorio barocco perfezionandosi alla Schola Cantorum Basiliensis con C. Banchini. Da allora collabora regolarmente in qualità di violinista e violista con ensembles fra i più prestigiosi in Europa: Accademia Bizantina (Ottavio Dantone), Accademia Montis Regalis, Concerto Italiano (Rinaldo Alessandrini), Cappella Gabetta (Sol Gabetta), Il Complesso Barocco (Alan Curtis), Ensemble Baroque de Nice (Gilbert Bezzina), Ensemble Matheus (Jean-Christophe Spinosi), Europa Galante (Fabio Biondi) ,Il Pomo d'Oro (Riccardo Minasi), les Talens Lyriques (Christophe Rousset), Orfeo 55 (Nathalie Stutzmann) etc... con i quali si è esibita nelle più importanti sale (Carnegie Hall, Musikverein, Théâtre des Champs-Elysées, Théâtre du Chatelet, Salle Gaveau, Wigmore Hall...) ed ha inciso per le maggiori etichette del settore (Decca, l'Oiseau-lyre, Deutsche Harmonia Mundi, Opus 111, Dynamic...). Suona un violino Castagneri del 1730, proveniente dall’atelier parigino

GIOVANNA BARBATI, violoncello/ viola da gamba
interpreta il repertorio musicale antico e contemporaneo ed esegue proprie improvvisazioni. Si esibisce spesso come solista e ha interpretato numerose prime esecuzioni di composizioni per violoncello, di cui molte scritte per lei. Svolge un’intensa attività cameristica con l’Ensemble Musiqua e con altre formazioni. Collabora da molti anni come primo violoncello e violista da gamba con l'Orchestra barocca e classica "Academia Montis Regalis", diretta da Alessandro De Marchi, e con alcune tra le più prestigiose orchestre barocche europee.
Alla viola da gamba ha recentemente eseguito il  Sesto Concerto Brandeburghese di J. S. Bach’s con Andras Schiff and the Cappella Barca al Teatro Olimpico di Vicenza. Svolge ricerca sull’improvvisazione nella musica antica, il suo articolo “Il n’exécute jamais la Basse telle qu’elle est écrite. The use of improvisation in teaching low strings” è in corso di pubblicazione nel volume “Musical Improvisation in the Baroque Era”, Brepols. Ha registrato, ottenendo personale consenso di critica, decine di CD per Arion, Il Capriccio, Chandos, Virgin, Harmonia Mundi, Symphonia, Naïve, K617, Deutsche Grammophon, Sony.

RICARDO SOUSA, violone
Ricardo Sousa é un contrabassista nativo di Covilhã, citta’ portoghese dove nasce nel 1989.
Ha iniziato il suo percorso musicale nella Escola Profissional de Artes da Beira Interior, nella classe di contrabbasso del Prof. Romeu Fabião. Ha compiuto gli studi superiori nella Academia Nacional Superior de Orquestra avendo completato la laurea in contrabbasso nella Escola Superior de Artes Aplicadas de Castelo Branco, sotto la guida del Prof. Adriano Aguiar, istituzione dove sta attualmente completando il Master in Insegnamento della musica.
HA  collaborato al progetto Concerto Ibérico-Orquestra Barroca su invito di João Paulo Janeiro. Parallelamente alla sua attività nella musica classica si dedica all'area musicale improvvisata in cui egli integra diversi progetti guidati dal musicista João Clemente. Attualmente tiene uno stage Erasmus presso il Conservatorio di Musica "Licinio Refice" di Frosinone in parallelo con l'attività del progetto "Slow is Possible".

FRANCESCO TOMASI, tiorba
Francesco Tomasi manifesta precocemente le sue inclinazioni musicali avvicinandosi allo studio della chitarra classica. Appassionatosi del repertorio antico, all’età di 13 anni decide di dedicarsi al liuto studiando con Marco Pesci e Andrea Damiani terminando brillantemente i suoi studi al Conservatorio di musica “S. Cecilia” in Roma nel 2009 ottenendo il massimo dei voti.
Nel 2012 termina il Master di liuto specializzandosi in chitarra barocca e tiorba con Rolf Lislevand nella Musik Hochschule di Trossingen.
Inoltre ha frequentato numerose masterclass internazionali tenute da Paul O’Dette, Jakob Lindberg e Nigel North.
       Ha al suo attivo un’intensa carriera concertistica, grazie alle varie collaborazioni con ensembles di musica antica tra i quali “Concerto Romano”diretto dal M° Alessandro Quarta, “Arte musica” diretto da Francesco Cera, “Swiss Baroque Soloists”, “Pera ensemble”, “Cappella Gabetta”, “La Malaspina”, “La Selva”, “Cappella Tiberina”, “Ricercare antico”, “Anfione ensemble” diretto da Andrea Damiani, con le quali si è esibito nell’ambito dei più prestigiosi festival e rassegne concertistiche in Italia e all’estero, tra cui, Tager Alte Musik in Herne (Germania), Wiener Konzerthaus (Austria), Internationale Barocktage Stift Melk (Austria), Malgartner Kloster Konzerte (Germania), Festival internazionale W.A. Mozart a Rovereto, Rheingau Musik Festival (Germania), “Festival Flatus” Siòn (Svizzera), Festival Internazionale di Musica Antica di Urbino, Antiqua Festival (Spagna), Roma Festival Barocco, riscuotendo grande successo e consensi dalla critica.
Nel 2009 partecipa alla manifestazione “Ponti Sonori” organizzata dall'Accademia Nazionale Santa Cecilia.
Nel 2010 vince l'audizione ed entra a far parte dell'orchestra barocca dell'unione europea (EUBO), con la quale ha svolto concerti nei vari paesi europei tra cui Lussemburgo, Francia, Portogallo, Germania, Polonia, Belgio e con la quale collabora tutt'ora.
Nel 2010 vince con il suo ensemble “la Malaspina” il premio della giuria al concorso di musica antica “Biagio Marini” in Neuburg an der Donau (Germania).
Già giovanissimo ha avuto la fortuna e l'onore, di poter suonare in molte delle sale da concerto più famose d'Europa tra cui, Konzerthaus a Vienna, Casa da Musica Porto, Herkuleszaal di Monaco (Germania), Auditorium Santa Cecilia di Roma, Teatro dell'opera di Kharkov Ucraina, Philarmonie di Kiev, Philarmonic Concert Hall di Lodz (Polonia).
Nel 2009 collabora con l'ensemble “La Selva” alla registrazione di un cd intitolato “Alla luna” con musiche di Biagio Marini. Con il gruppo “Cappella Tiberina” registra per la casa discografica “Brilliant Classics” i XII Concerti per flauto dolce di Mancini, con il gruppo “Concerto Romano” il cd Luther in Rom per la casa discografica Christophorus.  Effettua inoltre registrazioni radiofoniche per la Radio Vaticana, WDR radio tedesca, ORF radio austriaca ed effettuato registrazioni televisive per la rete RAI International.  
Il suo costante impegno nello studio della prassi esecutiva antica, lo vede attualmente attivo come continuista, nell’accompagnamento di cantanti e strumentisti di fama, ed emergenti, nonché come esecutore solista, al liuto, tiorba e chitarra spagnola.

CHIARA TIBONI, clavicembalo
Chiara Tiboni, clavicembalista, è titolare della Cattedra di Clavicembalo e tastiere storiche e coordinatore del Dipartimento di Musica Antica presso il Conservatorio Statale di Musica “L. Refice” di Frosinone.
Vive a Roma ed è il Presidente e Direttore artistico dell’ Associazione Musicale L’Architasto, il cui intento, in particolare, è rivalutare gli antichi strumenti da tasto (clavicembalo, clavicordo, organo, fortepiano). Dal 2008 organizza il “Festival Internazionale de L’Architasto: il clavicembalo” cercando di rinnovare lo splendore che la tastiera aveva raggiunto a Roma nel diciassettesimo e diciottesimo secolo.
Dal 2012 è Direttore artistico del Festival Frescobaldi che si svolge annualmente presso la Basilica dei SS. XII Apostoli in Roma giunto alla sesta edizione.
Diplomata in pianoforte con la prof.ssa Rachele Marchegiani e in clavicembalo al Conservatorio di Pescara con il M° Rose Klarer, ha approfondito in modo particolare la conoscenza della teoria e della prassi esecutiva della musica antica sotto la guida del M° Kenneth Gilbert, con il quale ha studiato all’Accademia Chigiana di Siena e sempre sotto la sua guida presso la Hochschule für Musik “Mozarteum” di Salisburgo, conseguendo il diploma di virtuosismo nel 1990.
Si è in seguito specializzata in basso continuo conseguendo un master in Maestro al Cembalo presso il Conservatorio S. Cecilia di Roma con M° Federico Del Sordo.
Ha intrapreso una intensa attività concertistica che l’ha vista impegnata, con successo, in Europa, Canada, Usa. Ha suonato per importanti enti lirico-sinfonici e ha eseguito numerosi concerti da solista e in formazioni cameristiche a Roma, Praga, Newcastle upon Tyne, Oxford, Edimburgo, Dublino, Varsavia, Toronto, Washington, Budapest, Lisbona, Santander, invitata dall’Istituto Italiano di Cultura del Ministero degli Esteri e dall’Università di Musica di Oxford e Newcastle upon Tyne.
Collabora come concertista solista in trasmissioni radiotelevisive ed effettua registrazioni ed incisioni per la RAI,  per la quale incide nel 1991 musiche inedite per clavicembalo di Giovanni Maria Trabaci (1575-1647).
Nel 2013, con la violoncellista e gambista Giovanna Barbati e il violinista Lorenzo Colitto fonda l’ Ensemble MuSiqua. Questo Ensemble nasce dall'incontro di affermati musicisti che da anni collaborano come prime parti con le orchestre barocche più importanti in Europa. Hanno collaborato con l’ ensemble alcuni tra i migliori interpreti della musica antica tra i quali il soprano Gemma Bertagnolli e il baritono Furio Zanasi.

Duo Toutes les Nuances
Toutes les Nuances nasce  nel 2013 dal forte desiderio di Cristina Ratti e Alessandra Càpici,  di fondere insieme  le esperienze artistiche  individuali  maturate in anni di attività concertistica operistica  e cameristica.
Il duo fa riferimento costante in  tutto il repertorio proposto,  ad ogni sfumatura di colore possibile suggerita dalla natura stessa della musica.  Nuances  in continuo mutamento che si sovrappongono   per  disegnare momenti musicali  di forte impatto timbrico ed emotivo.
La scelta del repertorio  abbraccia gli autori a partire dall’ 800 fino ai contemporanei  in Italia, Europa  e nelle Americhe  attraverso differenti  percorsi  tematici.  
Avvalendosi della collaborazione di musicisti ospiti la formazione diventa “Toutes les Nuances in Trio”, ed arricchisce così la programmazione concertistica proposta, con brani originali ed importanti trascrizioni.
Oltre alla partecipazione in diverse stagioni concertistiche marchigiane  è recente, in formazione di Trio soprano clarinetto e pianoforte, l’esibizione presso la Sala delle Feste del Teatro delle Muse di Ancona.
Il duo ha partecipato alla VI edizione della “Camera Musicale Romana 2015-16” presso la Sala Ss. Aposotoli di Roma e prossimamente si esibirà in un recital cameristico/operistico presso il  prestigioso Teatro Pergolesi di Jesi  (maggio 2018).
Di prossima realizzazione una produzione discografica con IMD MUSIC&WEB, dedicata ai grandi compositori europei dell’ottocento.
Entrambe le musiciste anconetane svolgono singolarmente un’intensa attività artistica sia solistica che in altre formazioni


WWW.duo-toutes-les-nuances.it duo Toutes les Nuances
Alessandra Càpici 339 6849054 - Cristina Ratti 340 3850487




Alessandra Càpici

Soprano anconetano, si diploma presso il Conservatorio “G. B. Martini” di Bologna, perfezionandosi successivamente con i Maestri Battaglia, L. Magiera e  A. Zedda.
Nel ‘95 debutta nella parte di Liù (Turandot di Puccini) nella Stagione Lirica Fanese, sostenendo poi lo stesso ruolo nei Teatri di Novara e Vercelli accanto al tenore Nicola Martinucci (regia De Tomasi Dir. M. Rota).
Successivamente è Nannetta nel “Falstaff” di Verdi accanto al baritono Rolando Panerai al teatro Verdi di Salerno in occasione della sua riapertura. (Dir. J Acs).
Nel ‘97 debutta in “Così fan tutte” di Mozart al Teatro Coccia di Novara e Madama Cortese ne “Il viaggio a Reims” di Rossini, per l’Accademia del Rossini Opera Festival di Pesaro.
Per il Festival Barocco “A Vagheggiar Orfeo” diretto da A. Zedda, ha interpretato i ruoli di Filena e Procri ne “Gli amori di Apollo e Dafne” di Cavalli, Armira ne “Il Trionfo della Continenza” di Melani per la regia di Pierluigi Pizzi, Anfitrite ne “Il Barcheggio” di Stradella (regia di M. Gasparon) presso il Teatro della Fortuna di Fano.

Al teatro dell’Opera di Montecarlo debutta nel ruolo di Amaltea nel “Mosè in Egitto” di Rossini, per la regia di P. Pizzi, diretta dal M° Benini.
Ha interpretato il ruolo de L’ Età dell’Oro nella “Senna Festeggiante” di Vivaldi diretta
dal M° A. Zedda, per la fondazione “I Pomeriggi Musicali” presso il Teatro Dal Verme di Milano e partecipato alla realizzazione del Requiem di Verdi sotto la direzione del M° Veronesi presso la Sala Verdi di Milano e Teatro della Fortuna di Fano.
Partecipa inoltre a Recital Lirici presso il teatro della Fortuna di Fano, teatro Pergolesi di Jesi, teatro Comunale di Bologna e teatro delle Muse di Ancona collaborando con L’Orchestra Cantelli di Milano e l’orchestra Filarmonica Marchigiana in qualità di solista.

Ha effettuato registrazioni per RAI Stereo Due, per RAI 3 “Prima della Prima”, in CD per ed. Rara e Bongiovanni lo Stabat Mater di F. Farroni e sempre per Bongiovanni l’Oratorio “Sedecia Re di Gerusalemme” di A. Scarlatti.
Ha debuttato il ruolo di Mimì nella “Bohème” di Puccini per Bassano Operafestival (regia I. Stefanutti  Dir. S. Romani) ed il ruolo di Micaela nella Carmen di Bizet, presso il Teatro della Fortuna di Fano. (Regia R. Bonajuto Dir. D. Crescenzi).
Per la 45° edizione dello Sferisterio Opera Festival (2009), ha interpretato il ruolo di Cio Cio San nella Madama Butterfly di Puccini diretta dal M° Callegari per la regia di P. Pizzi.
E’ stata protagonista del “SOF in tour” edizione 2010 e 2011 organizzato dallo Sferisterio Opera Festival,  e nel 2014 ha collaborato con il Direttore artistico F. Micheli per la presentazione della nuova stagione lirica.
Ad Agosto 2015 ha debuttato  il ruolo di Aida  di Verdi presso il Teatro Greco di Taormina per la regia di Enrico Stinchelli che così dice  di lei: “Quando la ascoltai pensai immediatamente – Ecco Aida -  Non era solo per la bellissima voce lirica, dotata di suoni brillanti e robusti di una innata dolcezza, ma anche per il volto e l’atteggiamento scenico, da vera maschera teatrale.
Quei volti luminosi che prendono ancor meglio la luce e quindi passano, vanno oltre il palco e si proiettano verso il pubblico”. Prossimo il debutto in Tosca di Puccini (Luglio 2018) con l’orchestra “ I Solisti del Montefeltro” per la stagione operistica Ostrense.
Al repertorio lirico affianca quello sacro, cameristico e contemporaneo collaborando con la pianista Cristina Ratti  (duo Toutes les Nuances) e con il duo Résonance  (clarinettista V. Isaia pianista F. Del Fra).


CRISTINA RATTI   pianista

Si diploma con il massimo dei voti presso il conservatorio “G.B.Pergolesi”di Fermo sotto la guida del M° Annamaria Morresi e consegue presso il Conservatorio “G.Rossini” di Pesaro la Laurea di II livello a indirizzo concertistico con il massimo dei voti e la lode sotto la guida del M° Bruno Bizzarri.
Sin da giovanissima, si cimenta in concorsi pianistici salendo sul podio di diversi concorsi Nazionali ed Internazionali (“Coppa Pianisti” di Osimo, Concorso pianistico Internazionale  “Schumann Young Chang” di Macugnaga, “Nei Giardini dell’Aulos” di Rimini, Concorso  “A.I.D.I.” di Roma,  “Città di Valentino” organizzato dal CAM di Castellaneta ,    Concorso Nazionale Città di Ortona,    Concorso  Pianistico Nazionale “Luigi Paduano “ di Napoli, Concorso Internazionale “Città di Pesaro”, Concorso Nazionale “Città di Camerino” Concorso Internazionale “Città di Cesenatico”)
Nel 2000 é premiata con una borsa di studio al Concorso “Maria Giubilei” che le permette di frequentare i corsi estivi del M° Sergio Perticaroli, presso il “Mozarteum” di Salisburgo.
Durante il corso al Mozarteum riceve audizione dal M° Alberto Lysy che la invita a frequentare l’International Menhuin Akademie in Svizzera. Da Ottobre 2001 a Marzo 2002 si stabilisce a Blonay nella sede della suddetta Accademia e prende parte ai concerti della “Camerata Lysy” che si tengono nelle più importanti città svizzere ( Bern, Zurigo, Basilea, Ginevra, Gstaad).
Si perfeziona con i Maestri Bruno Bizzarri, Andrzei Jasinski, Boris Petrushansky e Riccardo Risaliti
La sua costante attività concertistica la  porta a collaborare  con il soprano Reiko Higa, con il quartetto di Sassofoni “ATEM” , con il bandoneonista italo argentino Daniel Pacitti, con il quartetto jazz Baroq’and Blue e con l’ Orchestra Filarmonica Marchigiana in qualità di solista.
Nel 2007 incide un cd di musiche del compositore Marco Pietrzela  edito dalla casa discografica MMC di Boston.
Dal 2009 collabora con la formazione da camera dell’Accademia Musicale di Ancona, con il coro filarmonico di Pesaro diretto dal M° R.Renili e con la formazione di Tango Argentino “Portango”, sperimentando così altre forme musicali e un nuovo linguaggio con timbri e atmosfere popolari.
Dal 2002 è docente in pianoforte principale presso l’Accademia Musicale di Ancona.
Anche nell’ambito didattico si perfeziona conseguendo la specializzazione di Educatore Musicale a seguito di un corso FSE di propedeutica musicale destinata ai bambini in età scolare e prescolare     (tra le materie di studio anche vari metodi di insegnamento quali il  Suzuki e l’ Orff) e frequentando nell’anno 2012 il XVI corso Nazionale di Didattica Pianistica svoltosi a Roma.



Roberta Grenci, voce recitante
Di origine toscana, sin da giovane coltiva la passione per il teatro ricoprendo diversi ruoli in una compagnia teatrale a Pisa.
Artista dinamica e versatile, nel 2011 intraprende gli studi dispeakeraggio con Alberto Lori e doppiaggio e recitazione con il M° Roberto Chevalier. Nel 2008 si laurea in lingue e letterature straniere presso l'Università di Pisa.
Da diversi anni collabora con il flautista Fabio A. Colajanni nella produzione di spettacoli musicali dedicati all'opera lirica e in diversi progetti di favole musicali per bambini, nonché con la pianista Leonora Baldelli.
Con quest’ultima è stata protagonista nello spettacolo “Un Brindisi tra le
camelie” su libero adattamento di Leonora Baldelli andato in scena in prima esecuzione assoluta nell'ambito della rassegna “Concerti sul Monte Leuci” di Pontecorvo (FR) in occasione del bicentenario della nascita di G. Verdi, che l'ha vista impegnata nel ruolo di Marguerite Guatier.
Dal 2016 porta avanti lo spettacolo teatrale “Il Provino” sempre ideato della stessa Leonora Baldelli in cui interpreta il ruolo di cinque dive del cinema.
Impegnata
nella diffusione di progetti a favore dei bambini, è parte attiva del progetto “Esopo tra Favola e Musica” prodotto dall’Assoflute Associazione Musicale che nel Gennaio 2017 l’ha vista protagonista in una tournèe negli USA dove si è esibita con il Millennium Ensemble presso l’Università di Emory ad Atlanta e l’Università del Southern Mississippi.
Fa.

















Millennium ensemble
Fabio Angelo Colajanni, flauto e ottavino
Massimo Lamarra, oboe
Salvatore Schembari, clarinetto
Paolo De Gasperis, corno
Gaetano Lo Bue, fagotto
Il progetto del Millennium ensemble nasce nel 2000 ad opera del flautista Fabio Angelo Colajanni in occasione dell'ingresso nel nuovo millennio con lo scopo di unire musicisti professionisti nella diffusione della musica da camera e non solo. Nell'ambito dell'ensemble infatti operano svariate formazioni che vanno dal duo all'orchestra da camera ed appositamente costituite sulla base delle esigenze di programmazione. I musicisti che compongono l'ensemble sono tutti professionisti, diplomati presso le più importanti istituzioni musicali italiane, che vantano collaborazioni con prestigiosi teatri (Teatro San Carlo di Napoli, Teatro alla Scala di Milano, Teatro dell'Opera di Roma), enti e orchestre sinfoniche (Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Orchestra Sinfonica di Roma, Orchestra di Roma e del Lazio, Orchestra Internazionale d'Italia), presenze in diverse produzioni Mediaset e Rai (Tour de chant, Uno Mattina) e registrazioni per importanti etichette discografiche (Stradivarius, Sony, Scomegna, Warner classic). Tra le attività principali a cui si dedica il progetto c'è la diffusione della cultura musicale nelle scuole di ogni ordine e grado, dalla primaria alla secondaria di II grado, sia in Italia e all’estero, con progetti musicali originali appositamente ideati e commissionati ex-novo grazie alla consolidata collaborazione con i compositori Clara Lombardi e Salvatore Schembari. I musicisti dell’Millennium ensemble sono reduci da una tournée negli Stati Uniti dove nel gennaio 2017 hanno portato il progetto “Esopo tra Favola e Musica” presso le Università di Emory ad Atlanta e del Southern Mississippi (USA)
DUO PIANISTICO
Daniele Adornetto - Stefano Giardino

Costituitosi nel 1994, da allora si è esibito nelle più importanti sedi musicali italiane ed estere, riportando ottimi consensi di pubblico e di critica. Il loro repertorio, vastissimo, spazia da Bach ai contemporanei, si segnalano i principali concerti: Le Tournée in Brasile per l’Istituto Italiano di Cultura di Rio de Janeiro, Museo Naïf e Palacio do Catete, Università Federale della Musica (Concerto Conferenza su “Pagine di Guerra” d’Alfredo Casella in occasione del Cinquantenario della morte) (Rio de Janeiro), Teatro Carlos Gomes (Vitória), Università Federale di Bahia (Salvador di Bahia), Conservatorio Pernambucano (Recife), Teatro Sesiminas (Belo-Horizonte), Teatro do Ibeu (Fortaleza). I concerti per l’Istituto Italiano di Cultura a Tunisi in collaborazione con la “Società Dante Alighieri”, il 250° anniversario della morte di Johann Sebastian Bach con il Concerto BWV 1061 per due pianoforti ed archi per il Centro Culturale Universitario Assunzione di Roma sotto la direzione del M° Simone Genuini. Hanno eseguito in prima esecuzione italiana l’opera pianistica a quattro mani di György Ligeti al Todi Arte Festival. Hanno suonato a Napoli l’integrale pianistica a quattro mani di György Ligeti e György Kurtàg per i 70 anni dell’Accademica Pianistica Napoletana. Sono invitati a tenere dei concerti per l’Istituto Spagnolo di Cultura “Cervantes” a Roma, dove hanno eseguito in prima esecuzione italiana musiche di Granados, Sabater Ribeira, Abril e Montsalvatge. Sono stati invitati al Todi Arte Festival 2006 a tenere un concerto sulla musica e la letteratura mitteleuropea con Claudio Magris, Arnaldo Colasanti e Simona Marchini. Hanno inoltre suonato per il “Todi Notte” e per la XII e la XIII Festa Europea della Musica a Roma. Hanno suonato al Teatro Nido dell’Aquila a Todi in un progetto “Niente di nuovo sul fronte Orientale” a cura del pittore Graziano Marini, eseguendo musiche di Robert Schumann e Alfredo Casella in un viaggio musicale dai colori e dai suoni dell’Oriente al dramma della Guerra in Occidente. Hanno eseguito per il Festival AssisiMosaic al Monte Frumentario di Assisi “UmbrÁqua” una Suite, di quattro brani per pianoforte a quattro mani, composta da Stefano Giardino, la suite è stata incisa in CD allegato al catalogo della mostra “Oro Blu”, a cura di Graziano Marini, edito da Umberto Allemandi di Torino. Hanno suonato per UmbriaMusicFest un programma legato al tema della Storia nella Chiesa della Nunziatina a Todi. Hanno eseguito, alla lettura del testo “Luci ad Oriente” di Graziano Marini, “Shéhérazade” di Nicolaj Rimsky-Korsakov, nella versione originale a quattro mani, per il progetto “Caravanserraglio” a Todi con gli attori Ilenia Torti e Fernando Cormick e per la stagione del Teatro Keiros a Roma. Per la Camera Musicale Romana, hanno eseguito in prima esecuzione italiana la versione a quattro mani originale di “Aus Italien” Sinfonische Fantasie op.16 di Richard Strauss.
Hanno tenuto Conferenze-Concerto sia in Italia che all’estero, tra cui quella del ’97 su “Pagine di Guerra” di Alfredo Casella in occasione del Cinquantenario della morte all’Università Federale di Rio de Janeiro. Sono fondatori del gruppo “Musicamera”, tengono regolarmente Corsi di Pianoforte, Musica da Camera e di Pianoforte a quattro mani a Roma e Todi ed altre città italiane.



Daniele Adornetto
Romano, si è diplomato col massimo dei voti e la lode sotto la guida di Elio Maestosi, perfezionandosi in seguito con Marylene Mouquet, Charles Rosen e Massimiliano Damerini. Ha studiato composizione e analisi con Eduardo Ogando e orchestrazione con Vieri Tosatti.
Premiato nel 1986 con l'Oscar dei Giovani a Roma e nel 1989 al concorso "Liszt" di Lucca, si è esibito come solista eseguendo il Primo concerto per pianoforte e orchestra di Brahms con l’Orchestra Sinfonica di Kielce (Polonia) a Formia. Ha suonato per Radio Uno (1989) e per Telemontecarlo (1994).
Ha tenuto concerti in Italia (Teatro Olimpico e Teatro Ghione a Roma, Napoli, Torino, Bari, Sorrento, Viterbo, Salerno, Ravello Festival, Teatro Sanzio di Urbino, Festival di Alghero, Ateneo Musica Basilicata di Potenza, Associazione Barattelli de L'Aquila, Todi Arte Festival) e all’estero (in Olanda), suonando anche in duo, con il pianista Stefano Giardino, presso l’Istituto di Cultura Italiano di Rio de Janeiro e di Tunisi.
Camerista raffinato, ha collaborato con artisti quali Franco Maggio Ormezowski, Adam Klocek e Mauro Tortorelli; con quest’ultimo ha inciso un CD live per "Domani Musica".
Importanti le collaborazioni teatrali, sempre in veste di pianista, con attori quali Giorgio Albertazzi, Pino Micol, Arnoldo Foà, Blas Roca Rey e Amanda Sandrelli, Walter Maestosi.
Negli ultimi anni ha approfondito il repertorio italiano del Novecento, eseguendo, tra l'altro, le sonate di Alessandro Longo, Pizzetti, Zafred e Tosatti.  Di quest’ultimo ha inciso recentemente per la Tactus l’integrale delle sue opere pianistiche. In programma, in uscita il prossimo giugno, un cd per l'etichetta Da Vinci con musiche di autori francesi con riferimento alla “napoletanità”.
Propone con successo delle Lezioni-Concerto presso istituzioni concertistiche e accademie musicali, raccontando la storia e le caratteristiche musicali dei brani eseguiti al pianoforte.
Dopo aver insegnato nei conservatori di Bari e Perugia, è attualmente docente di Pianoforte presso il Conservatorio "Licinio Refice" di Frosinone.


Stefano Giardino
Nato a Roma nel 1965 dopo gli studi classici si è diplomato presso il Conservatorio di Santa Cecilia di Roma, perfezionandosi in seguito con Elio Maestosi, e Riccardo Marini. Ha vinto l’ammissione nella cerchia degli otto pianisti alla Masterclass tenuta da Alexis Weissenberg nel 1998 ad Engelberg (CH) e una Borsa di Studio all’Accademia Chigiana di Siena nella classe di musica da camera di Alain Meunier nel 1999. Ha inoltre studiato composizione con Luciano Pelosi.
È stato membro di giuria in vari Concorsi tra cui Concorso Internazionale di Chitarra e Musica da Camera “Simone Salmaso” di Viareggio, Presidente della Giuria del Concorso Internazionale Umbria Music Fest Competition a Todi e del Thailand 2nd Chopin International Competition a Bangkok.
Sue composizioni sono edite dalla Casa Editrice Bérben di Ancona. Gli sono state commissionate musiche per la Mostra “Desideri Preziosi” a Roma e per Assisi Mosaic che gli ha commissionato una suite sul tema dell’Acqua per pianoforte a quattro mani dal titolo “UmbrÁqua”, suite registrata ed edita dall’editore Umberto Allemandi in occasione della mostra “ORO Blu” ad Assisi.
Ha tenuto numerosi concerti sia da solista sia in formazioni da camera: Sala degli Agostiniani, Ridotto del Teatro dell’Unione (Viterbo), Palazzo Barberini, Teatro di Palazzo Altemps, Sale del Bramante, Auditorium Cavour, Accademia di Romania (Roma), Festival dell’Accademia Musicale Chigiana (Siena), Todi Arte Festival, Accademia Musicale Napoletana (Napoli), Istituto di Cultura Spagnolo “Cervantes, Palazzo del Vignola (Todi), Todi Festival, UmbriaMusicFest,  Goethe Institut di Bangkok e AUA University di Chiang Mai con un programma da Bach a Berio nel 2013 e nel 2015 con un programma “The Paintings in Music” alla Yamaha School di Bangkok e alla AUA University di Chiang Mai dove ha anche tenuto una MasterClass alla Payap University…
Ha costituito un Duo pianistico, nel 1994, con Daniele Adornetto, collabora abitualmente in formazioni cameristiche con musicisti quali il flautista Giampio Mastrangelo, il soprano Keiko Morikawa. Ha costituito Il Trio Vignola con il violinista Gustavo Gasperini ed il violoncellista Mauro Businelli, con il clarinettista Giammarco Casani, con il quale è stato tra i vincitori del 5° Concorso Nazionale di Musica da Camera “Città di Grosseto”, sono stati invitati a Rio de Janeiro e Niteroi per l’Istituto Italiano di Cultura di Rio de Janeiro, per il Concorso Internazionale Premio “Valentino Bucchi” a Roma, Viterbo Musica Estate 2000 …riportando un successo di pubblico e di critica. Hanno inciso un CD dal titolo “Clarinetto e Pianoforte in Francia”, con musiche di Chausson, Pierné, Saint-Saëns, Honegger e Poulenc.
Nel 2009 è stato membro della delegazione del Parlamento Europeo, guidato dall’Europarlamentare On. Catiuscia Marini, in Israele e Palestina.
Insegna pianoforte e musica da camera dal 1988 in varie Scuole ed Istituzioni Musicali tra cui la Scuola Comunale di Monteromano (VT), la Scuola Comunale di Todi (PG), di cui è stato Direttore dal 2012 al 2017. Dal 2005 tiene in estate, un Corso di Perfezionamento in Pianoforte e Musica da Camera a Todi in collaborazione con il Comune di Todi e la Regione Umbria. Nell’anno scolastico 2016/2017 ha insegnato pianoforte presso la Scuola Media I. C. Via T. Mommsen “Lewis Carroll” a Roma.
Ha effettuato registrazioni per la Radio Svizzera Tedesca, per l’etichetta Mac, Umberto Allemandi Editore, Sky, Rai3 Educational.




























DuoLeonardo

oboe, Ida Gianolla
pianoforte, Claudio Martelli
Il Duo Leonardo nasce con la voglia e l’idea di eseguire il repertorio originale moderno per oboe e pianoforte.
I due musicisti dopo aver suonato in numerosi ambiti solistici, cameristici,
sinfonici, operistici e teatrali decidono di unire le loro esperienze per dar vita a un ensemble inusuale, professionale ed interessantissimo.
Singolarmente hanno all’attivo tournée in Francia, Usa, Canada e Corea del Sud e svolgono complessivamente la loro attività professionale in varie orchestre e gruppi da camera in Italia e all’estero: World Youth Orchestra, Orchestra Sinfonica di Roma, Fondazione Orchestra Sinfonica di Sanremo, Fondazione Teatro Coccia di Novara, Teatro Sociale di Mantova, Teatro Sociale di Rovigo, International Chamber Orchestra, Human Right Orchestra, Officina Musicale dell’Aquila, Roma Tre Orchestra, Orchestra giovanile della città di Valmontone, Orchestra giovanile dell’università di Tor Vergata di Roma, Orchestra Filarmonica
Di Roma, Teatro Italia di Roma, Teatro Bellini di Adrano (Catania), Orchestra G.Tartini di Latina, Orchestra del Conservatorio O.Respighi di Latina.
Giovane violinista Italiano, Fabrizio Falasca, è stato definito “un grande talento violinistico con un suono straordinariamente bello e potente, una tecnica brillantissima unita ad una intonazione formidabile, elevata maturità di interpretazione ed espressione musicale”.
Nato nel 1988 ha cominciato lo studio del violino in giovane età, mostrando subito uno straordinario talento musicale, e affermandosi rapidamente vincendo numerosi concorsi nazionali ed internazionali, tra i più importanti, nel 2010 è stato premiato al prestigioso 29° Concorso Biennale di Violino “ Premio Città di Vittorio Veneto” , dove la critica l’ha definito “un talento eccezionale dotato di una grande maturità stilistica e interpretativa, nonché un solista di altissimo valore ” .
Successivamente è stato premiato al Concorso Internazionale di musica contemporanea Il Violino del XX e XXI secolo “Premio V.Bucchi” di Roma ed al XX Concorso Internazionale Violinistico “ Premio A.Postacchini” di Fermo.
È considerato da Salvatore Accardo uno dei migliori giovani violinisti italiani della sua generazione.
Si è esibito come solista in importanti stagioni e festival musicali in tutto il mondo, nonché per numerose istituzioni di prestigio come la Stagione Cameristica del Teatro di San Carlo di Napoli, Stagione Cameristica e Concertistica del teatro G.Verdi di Salerno, Festival di Ravello, Società della musica di Mantova, Festival Dei Due Mondi di Spoleto, Festival di Cremona, Unione Musicale di Torino in Italia, Festival di Kassel in Germania, VarFestival in Svezia, Gulangyu festival in Cina, Evmelia Festival in Grecia, Roudaki Foundation in Iran, Philharmonia chamber music series in Inghilterra ed in importanti teatri e sale da concerto quali Teatro Verdi di Salerno, Teatro Caio Melisso di Spoleto, Teatro Alighieri di Ravenna, Teatro San Carlo di Napoli, Teatro Vittoria di Torino , Auditorium Neyemair di Ravello in Italia, Auditorium Boa Nova di Estoril in Portogallo, the Sharon performing Arts Center in Florida, Salle Garnier di Montecarlo in Francia, Kongress Palaice di Kassel in Germania, Gulangyu concert hall in Cina, Vadhat hall di Theran, Musikverein Brahms Saal di Vienna, Royal Festival hall di Londra e tante altre. Si è inoltre esibito presso il famoso Museo Stradivariano di Cremona, invitato dal M° S.Accardo e dalla Fondazione Stradivari a suonare il violino A.Stradivari Clesbee 1669.
Suona regolarmente, svolgendo attività cameristica e solistica, insieme a musicisti della levatura di S.Accardo, F.Petracchi, D.Waskiewicz, L.Piovano, A.Pompa-Baldi, T.Atschba, S.Kang, S.Coles, M.van der Wiel, T.Walden ed insieme a numerose prime parti dei teatri più prestigiosi d’Europa. Ha inoltre registrato per Radio Vaticana e RAI, ed ha recentemente inciso per CPO , Veradeis e Centaur records.
Ha suonato come solista con numerose orchestre tra cui Orchestra di Padova e del Veneto, Orchestra Filarmonica Salernitana G.Verdi, l’Orchestra da Camera Italiana (OCI), Orquestra de Camara de Cascais e Oeiras, World Youth Chamber Orchestra, Orchestra Giovanile Italiana (OGI) , Solisti del Teatro San Carlo di Napoli, The Villages Philharmonic Orchestra, collaborando con numerosi direttori.
È stato invitato da Daniel Oren ad esibirsi più volte come solista al teatro G.Verdi di Salerno ricevendo sempre grande acclamazione di pubblico e critica.
Per quanto concerne l’attività orchestrale, ha fatto parte e collaborato con orchestre quali Orchestra del Teatro di San Carlo di Napoli, Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma, Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino. Nel 2016 è risultato vincitore del concorso di Spalla dei Primi Violini della Tiroler Symphonie Orchester Innsbruck, nello stesso anno è iniziata la sua collaborazione come Spalla dei Primi Violini della Philharmonia Orchestra di Londra, con la quale si è esibito anche come solista nel febbraio 2017 alla Royal Festival Hall.
Collabora regolarmente come Spalla dei Primi Violini dell’Orchestra Filarmonica G.Verdi di Salerno su invito di D.Oren ed è regolarmente invitato da Gustav Kuhn a ricoprire il ruolo di Primo Violino di Spalla dell’Orchestra del Tiroler Festspiele Erl, in Austria.
Ricopre attualmente il ruolo di Assistant Concertmaster presso la Philharmonia Orchestra di Londra.
Fabrizio si è diplomato con il massimo dei voti, lode e menzione speciale al conservatorio di Salerno ed ha continuato i suoi studi all’Accademia W.Stauffer di Cremona e all’Accademia Chigiana di Siena con S.Accardo, alla Scuola di Musica di Fiesole con F.Cusano, al Mozarteum Salzburg e alla Scuola di Musica di Pienerolo con D.Schwarzberg.
Ha successivamente conseguito il Master Degree in Performance con il massimo dei voti alla Royal Academy of Music di Londra sotto la guida di So-Ock Kim. Si è perfezionato ed ha partecipato a prestigiose Master Class internazionali con M.Vengerov, L.Kavakos, F.Graffin, Z.Bron, R.Friend, L.Ciulei, G.Pauk, Y.Horigome e molti altri.
Artista tenace e sensibile possiede un repertorio variegato e in continua evoluzione che spazia dal barocco al romantico e alla musica contemporanea.
Suona un violino Joseph Guarneri del 1727 appartenuto al violinista Cesare Barison, per gentile concessione della famiglia.


STEFANIA REDAELLI
Milanese, ha studiato al Conservatorio di Milano, con Ernesto
Esposito, dove si è diplomata con il massimo dei voti.
E’ stata solista con le orchestre della RAI di Milano, dei Pomeriggi Musicali e dell’Angelicum di Milano, con l’orchestra sinfonica di S.Remo, l’orchestra da camera di Padova e del Veneto e con l’orchestra Aretusea di Siracusa.
Ha suonato con Accardo, Bartoli, Bellocchio, Brunello, Filippini, Fiorentini,Giuranna, Krilov, Meloni, Meunier, Meyer, Nordio, Pay, Quarta, Rizzi, Stagni, Tamiati, Tchakerian, Zosi…
E’ presente nelle più importanti sedi musicali: Boston Symphony Hall, Schauspielhaus di Berlino, Wigmore Hall di Londra, Festival de Musique en Mer, Bodensee Festival di Lindau, Teatro La Scala di Milano, Cemat Resit Rey di Istanbul, Serate Musicali di Milano, Accademia Chigiana, Settimane Internazionali e Teatro S.Carlo di Napoli, Unione Musicale di Torino, Festival di Stresa, Festival MITO, GOG di Genova, IUC di Roma, Biennale di Venezia, i Concerti di Radio3 (Concerti al Quirinale, Radio3 Suite).
Ha tenuto concerti in Russia, Cina, America e Sud America.
Ha studiato anche con B. Canino, M.Perahia, P.Borciani, Dario De Rosa, C.Romano e
N.Brainin.
E’ stata assistente di Accardo e Filippini ed ha accompagnato masteclass e corsi della Kabaiwanska, di Gulli, Yo-Yo Ma,Tretiakov, Hagen, Asier Polo e di Belkin.
E’ docente di musica da camera al Conservatorio di Vicenza.
Ha inciso per Warner Fonit Cetra, Warner classics, Brilliant, AS disc, Stradivarius e Dynamic.
E’ di recente uscita, per l’etichetta “Bottega Discantica”, un cd con musiche di Gabrio Taglietti dove è impegnata come pianista e direttore.
A.P.S. Camera Musicale Romana
sede legale: via Ernesto Parisi, 27 - 00134 - Roma P. IVA: 12607891004
Torna ai contenuti | Torna al menu